venerdì 27 marzo 2020

a Gigi # 156 - da Giulio


Lunedì 10 febbraio le classi quinte sono andate in atrio per l’incontro con l’autore Luigi Dal Cin.
All’inizio pensavo che fosse un uomo serio e vestito in giacca e cravatta, ma mi sbagliavo, era tutto il contrario.
Appena è entrato lo abbiamo acclamato e lui si è messo in posa come se fosse stato in un set fotografico, e noi abbiamo riso come pazzi.
Luigi Dal Cin ci ha raccontato che un giorno è entrato in una PRIMA elementare e nel PRIMO banco c’era un bambino che lo ha guardato stupito. In quel banco si trovava la mia amica Andjela che era di quinta elementare, non di PRIMA elementare.
Dopo ci voleva rivelare un segreto e le nostre maestre ci dicevano che eravamo pronti per saperlo. Per non dircelo ha ricominciato il discorso di prima e tutti noi ci siamo messi a ridere e gli abbiamo detto che ci doveva dire il segreto, e il segreto è… che quando era piccolo nella pagella aveva preso cinque in italiano e la sua mamma si era arrabbiata e gli aveva chiesto quale libro voleva leggere. E lui rispose: “Un libro di pirati”. Allora sono andati in biblioteca e hanno chiesto se avevano un libro sui pirati. E il bibliotecario rispose che ne aveva uno molto lungo e uno più corto. E Luigi ha scelto il più corto.
Poi ci ha fatto capire che leggere i libri è molto importante per lo sviluppo della mente e della libertà.
Successivamente gli abbiamo fatto molte domande. Alla fine ci siamo salutati nel modo che ci ha insegnato lui stesso: “CIAO BELLI”.
Mi è piaciuto molto questo incontro, lo vorrei rifare.

giovedì 26 marzo 2020

a Gigi # 155 - da Younesse


Lunedì 10 febbraio la mia classe, insieme alle altre quinte, ha partecipato a un incontro con lo scrittore Luigi Dal Cin.
Quando è arrivato l’autore, io pensavo che indossasse un completo elegante, invece mi ha sorpreso perché era vestito con un jeans e un maglione.
Quando ci siamo sistemati sulle sedie Luigi Dal Cin ci ha parlato di un incontro avuto con un bambino di prima elementare che lo fissava in modo strano perché era imbarazzato nel chiedergli come mai era ancora vivo. L’autore gli ha risposto che non tutti gli scrittori erano morti, ma che ce n’erano di vivi.
Un’altra cosa dell’incontro che mi ha colpito è stata quando ha imbrogliato una nostra compagna: le ha chiesto di alzare la mano verso la lampada. Nello stesso tempo, Luigi Dal Cin ha chiesto a tutti gli alunni: “Chi vuole uscire volontario?”. Siccome Alessandra aveva già la mano alzata è venuta fuori a fargli da aiutante. Poi l’autore ci ha spiegato che avremmo partecipato ad un esperimento scientifico: avrebbe dato in testa (in modo leggero!) un suo libro ad Alessandra per vedere se era fatto di cartone. Il libro era fatto di cartone!
Per me Luigi Dal Cin è un idolo perché è simpatico, divertente e fantastico.
Alla fine dello spettacolo io con la mia classe e con l’autore ci siamo fatti una foto.

mercoledì 25 marzo 2020

a Gigi # 154 - da Muhammac


Lunedì 10 febbraio noi alunni delle classi quinte abbiamo avuto un’altra possibilità di incontrare lo scrittore Luigi Dal Cin. Io pensavo che fosse un uomo serio e timido, e pensavo venisse vestito in modo elegante con la cravatta, invece indossava dei jeans e una maglia a maniche lunghe. All’inizio l'abbiamo acclamato come se fosse in un set fotografico. Poi ci ha riferito un segreto che mi ha molto colpito e cioè che alle elementari aveva cinque in pagella in italiano, ma pian piano – leggendo i libri – gli è venuta l’idea e l’ispirazione di scrivere dei racconti. Al primo testo la maestra gli ha dato sette, al secondo otto, al terzo nove, al quarto dieci e al quinto dieci e lode. Dopo aver preso dieci e lode in pagella gli è venuta l’idea che il suo lavoro sarebbe stato quello dello scrittore. Luigi Dal Cin ha vinto anche il premio “Andersen” che significa essere il migliore scrittore di libri per bambini e ragazzi. La cosa che mi è piaciuta di lui è il suo carattere divertente e simpatico.
Alla fine tutti l’abbiamo abbracciato e lui ha scambiato la sua penna con la mia.

martedì 24 marzo 2020

La terrificante tigre e lo spaventoso kiwi: su La Giostra di marzo


Il numero di marzo 2020 de La Giostra pubblica per la rubrica 'La grande storia' il mio nuovo racconto 'La terrificante tigre e lo spaventoso kiwi'.

lunedì 23 marzo 2020

a Gigi # 153 - da Bryan


Lunedì 10 febbraio io e la mia classe e le altre due quinte del nostro plesso abbiamo incontrato l’autore Luigi Dal Cin che abbiamo conosciuto l’anno scorso.
Ci siamo trovati dopo la ricreazione, nel nostro atrio. Luigi Dal Cin, oltre a essere un ottimo scrittore, è anche un ottimo comico.
Ci ha raccontato che una volta un bambino di prima elementare, seduto al primo banco, gli ha chiesto: "Sei un vero scrittore?". Lui gli ha risposto: "Sì". Allora il bambino ha continuato: "Ma gli scrittori non sono tutti già morti?". Luigi Dal Cin ha chiarito: "No, tanti sono morti, ma tanti sono vivi".
Dopo averci raccontato del bambino di prima elementare ha chiamato una mia compagna di nome Alessandra per darci prova che il suo libro fosse cartonato… scherzando le ha fatto esprimere le sue ultime parole prima di "morire". Io sapevo che non succedeva niente, per questo ero calmo.
Dopo averci spiegato molte cose ci ha concesso di fargli un’intervista. Tutti abbiamo fatto svariate domande alle quali ha risposto cordialmente e sinceramente.
Ci siamo divertiti tantissimo e speriamo di incontrarlo ancora.

venerdì 20 marzo 2020

a Gigi # 152 - da Catalina


Lunedì 10 febbraio io, la mia classe e le altre quinte siamo usciti nell’atrio della scuola in cui ci sono le nostre classi e abbiamo svolto un incontro con l’autore Luigi Dal Cin.
L’anno precedente l’avevamo già incontrato, ma con il suo entusiasmo e la sua capacità di coinvolgere le persone ci ha fatto divertire ancora di più.
L’autore era vestito con un maglione di lana, con dei jeans con due catenelle di metallo e delle scarpe da ginnastica nere, infine portava un paio di occhiali rotondi, con il contorno di acciaio. Aveva un carattere allegro e scherzoso.
Luigi Dal Cin ha parlato della sua vita personale, come ha trovato l’ispirazione e la creatività per scrivere storie e racconti per bambini e ragazzi.
Ha detto che ognuno di noi deve trovare la chiave della propria porta dell’ispirazione, immaginazione e creatività.
Vissuta l’esperienza di stare con uno scrittore, la cosa che mi ha colpito di più è che chi ama veramente fare qualcosa lo fa con il cuore.
Secondo il mio parere questa esperienza si dovrebbe ripetere. Infine Luigi Dal Cin ha fatto un autografo ad ognuno di noi e questa firma la terrò come suo ricordo, ma anche come ricordo dell’ultimo anno vissuto con la mia classe e le maestre.

giovedì 19 marzo 2020

a Gigi # 151 - da Alessandra


Lunedì 10 febbraio 2020 lo scrittore Luigi Dal Cin è venuto nel nostro atrio per farci divertire con le sue battute, le sue storielle divertenti, però ci ha insegnato anche molte cose riguardo la scrittura di un testo. Luigi Dal Cin ha un carattere giocoso, scherzoso, molto divertente, un carattere che piace a noi ragazzi. Si è vestito con un maglione grigio, dei jeans con addirittura una catenella agganciata. Luigi Dal Cin ci ha raccontato che quando era piccolo nei testi di italiano prendeva sempre cinque ma, dopo aver letto un bel libro sui pirati, gli è venuta l’ispirazione e dopo un po’ ha preso sei, poi sette, fino ad arrivare a un DIECI E LODE. Non mi sarei mai aspettato che dopo un po’ mi chiamasse fuori: mi ha fatto “accomodare” nella “poltrona” che in realtà erano tre banchi e mi ha fatto applaudire da tutti. In quel momento mi sono sentita una diva e la ragazza più fortunata del mondo. Mi ha chiamata per fare un esperimento che consisteva in capire se un libro era cartonato o no. L’esperimento è riuscito bene!
Luigi Dal Cin in questa giornata mi ha fatto divertire da matti.

mercoledì 18 marzo 2020

a Gigi # 150 - da Gio


Lunedì 10 febbraio nell’atrio della scuola io e le classi quinte abbiamo incontrato il simpaticissimo Luigi Dal Cin… questa volta si è presentato in jeans e maglietta di lana.
Abbiamo molto parlato di come si scrive e della sua infanzia, però non in modo semplice, ma in modo divertente e coinvolgente.
Mi ha colpito la sua allegria e il suo animo spensierato che ci ha fatto ridere per quasi due ore.
Con lui le ore passano in fretta come un treno impazzito.
In questo incontro la felicità ha superato tutti i limiti immaginabili.
Infine io e Luigi Dal Cin ci siamo fatti fare una foto mentre ci abbracciavamo, è stato magnifico!



martedì 17 marzo 2020

a Gigi # 149 - da Filippo


A incontrare tutte le quinte della mia scuola è arrivato nel nostro atrio, fuori dalle nostre aule, un ospite speciale: Luigi Dal Cin, uno scrittore molto splendente che ha vinto un gran premio: l’Andersen.
Per me gli scrittori sono noiosi, seri e riprovevoli, invece lui è molto coinvolgente e divertente e fa sempre ridere su un argomento molto serio, cioè la scrittura.
Mi è piaciuto tanto quando lui spiegava che era entrato in una prima elementare e ha nominato la “P” in modo molto incisivo.
Durante l’incontro mi sono ricordato che avevo già visto Luigi l’anno scorso. È molto strano perché ricordarsi di questo avvenimento un anno dopo è veramente insolito per me.
Lui sa mettere un sorriso in una faccia triste, sa divertire un annoiato, lui sa andare fuori dagli schemi ed è per la simpatia che dovrebbe prendere il premio Nobel.
Sto scrivendo delle poche informazioni positive su di lui, perché è una macchina di bontà e simpatia.



lunedì 16 marzo 2020

a Gigi # 148 - da Olga


Approfitto di questo tempo per inviarti qualche disegno dei nostri bimbi di prima elementare e per riportarti con calma le loro impressioni emerse dopo il tuo incontro-spettacolo: dicono che gli è piaciuto tutto, ma dovendo scegliere, per lo più, hanno indicato come preferiti questi momenti:
- quando hai lanciato topo e pipistrello (qualcuno li avrebbe addirittura preferiti veri… dicono a parole) per raccontare lo stereotipo dello scrittore chiuso nella sua soffitta,
- quando hai finto di leccarti lo scarafaggio sulla mano per parlare della descrizione,
- quando hai fatto il gesto della DAB,
- quando sei diventato un pirata per raccontare il tuo approccio con i libri,
- quando raccontavi le storie,
- quando facevi la parte del bambino timido che vuole fare una domanda,
- quando fingevi che la maestra avesse ciucciato la penna.
Alla richiesta successiva di dire cosa avevano imparato, hanno risposto (ti riporto le testuali parole e l’ordine reale di esposizione):
“I libri sono importanti, perché ti fanno sviluppare la mente”.
“Più leggi e più trovi un lavoro più bello, perché se leggo di più so fare più cose”.
“Bisogna fare il lavoro che si vuole e non lasciarsi influenzare”.
“Dopo aver scritto un testo, bisogna sempre leggere, correggere e rileggere”.

Personalmente confermo che il tuo intervento è sempre decisivo per attivare in loro la voglia di leggere: pensa che quando ho suggerito loro di andare in biblioteca, ho scoperto che una bambina era spontaneamente già andata in biblioteca con la mamma a prendere un tuo libro da leggere… d avresti dovuto vedere con che entusiasmo lo raccontava! So che poi altri l’hanno imitata, prendendo testi tuoi e anche di altri autori.








venerdì 21 febbraio 2020

EsopoRap - versi animali consigliato dalla libreria Testaperaria


Le più celebri favole antiche sugli animali approdano nel nuovo millennio, attraverso l'interpretazione ironica, brillante e ritmata di Luigi Dal Cin.

mercoledì 19 febbraio 2020

Incontro-spettacolo per gli alunni della scuola primaria 'Imbriani-Salvemini' di Andria (BT)


Mercoledì 19 febbraio 2020, dalle ore 11.00 alle ore 12.15, presso il teatro della scuola primaria 'Imbriani-Salvemini' di Andria (BT), terrò un incontro-spettacolo sulle motivazioni alla lettura rivolto ai 130 alunni delle classi IV e V.

martedì 18 febbraio 2020

LA NOTTE DELLA GUERRA – LA SCRITTURA CHE SALVA: tre spettacoli ad Andria (BT)


Mercoledì 19 febbraio (ore 9:00-10:15) e giovedì 20 febbraio 2020 (ore 9.00-10.15 e ore 11.00-12.15), presso il teatro della scuola secondaria di I grado 'P. N. Vaccina' di Andria terrò tre repliche dell'incontro-spettacolo 'La notte della guerra - la scrittura che salva'.

LA NOTTE DELLA GUERRA – LA SCRITTURA CHE SALVA
Incontri-spettacolo con l’autore Luigi Dal Cin



Un bambino riceve in regalo un quaderno dal papà, tornato vivo dal fronte, che lo invita a scrivere la guerra vissuta durante il suo periodo di assenza: “Tira fuori la guerra, scrivila su questo quaderno. Così non ti resta dentro”. Tratto dal libro ‘Scrivila, la guerra’ (Kite Edizioni), l’incontro-spettacolo dell'autore Luigi Dal Cin presenterà la Grande Guerra, e ogni guerra, dal punto di vista dei più giovani e dei più umili. Per riflettere insieme sugli eventi più drammatici del secolo scorso e dei nostri tempi, sulle inevitabili sofferenze che ogni guerra porta agli ultimi, sul potere salvifico della narrazione.

Raccontare la guerra
“Credo che ai bambini e ai ragazzi si possa, anzi si debba, raccontare la verità – dice Luigi Dal Cin, autore di oltre 100 libri per ragazzi tradotti in 10 lingue – con la delicata esigente responsabilità, però, di assumere sempre il loro punto di vista, in modo che la verità sia per loro innanzitutto comprensibile e poi, soprattutto, utile. Anche per potersi rappresentare le conseguenze sulla popolazione delle guerre di oggi, di cui bambini e ragazzi tanto sentono parlare. Non ho voluto quindi centrare il racconto sugli eventi bellici al fronte, vissuti da adulti soldati, ma raccontare le inevitabili quotidiane sofferenze che ogni guerra porta agli ultimi, tra cui i più giovani: nel nostro caso il dramma dell’anno della fame vissuto dalla popolazione dei territori occupati dalle truppe austro-ungariche dopo Caporetto. È un argomento che mi è familiare: i miei nonni hanno vissuto la Grande Guerra e, nella mia infanzia, me l’hanno raccontata in diversi modi. Per poter però prendere il giusto e veritiero punto di vista di un ragazzo che vive una situazione così drammatica ho raccolto testimonianze scritte, memorie, lettere, diari cui poter fare riferimento: sono preziose testimonianze che hanno ispirato il punto di vista di questo libro”.

Ed ecco allora come germina il punto di vista di ‘La notte della guerra - la scrittura che salva’: un bambino riceve in regalo un quaderno dal papà tornato vivo dal fronte che lo invita a scrivere la guerra vissuta durante il suo periodo di assenza.
“Tira fuori la guerra, scrivila su questo quaderno. Così non ti resta dentro”. Mio papà ha detto che anche lui quando era in guerra scriveva tutto su un quaderno. Ogni giorno la guerra gli entrava dagli occhi, dalle orecchie, dal naso, dalla bocca, dalla pelle. Per tirarla fuori allora doveva scriverla. Ha detto che altrimenti sarebbe diventato come il povero Bepi che è tornato anche lui dalla guerra ma ora sta sempre seduto fuori al bar e ha gli occhi fissi, spalancati come una finestra. La sua bocca sembra un sorriso, ma la sua testa è piena di guerra che gli è rimasta chiusa dentro. Non parla più.
“Scrivi, figliolo! Scrivi quel che ti ha fatto più impressione quando i soldati hanno occupato casa nostra, nell’anno della fame” mi ha comandato. Allora ho scritto tutto su questo quaderno. Mio papà mi ha detto che scrivere sul quaderno lo ha salvato perché lo ha fatto tornare a casa vivo.

“La narrazione diventa così – continua Dal Cin – un susseguirsi di intense scene dove quel bambino racconta in prima persona piccoli emblematici episodi che si snodano tra l’invasione di soldati stranieri affamati e l’annuncio della fine della guerra. Per ottenere l’effetto della scrittura tipica di un ragazzo ho lavorato molto sul linguaggio, sul ritmo, sui toni della narrazione, sulla mancanza di giudizio di chi vive semplicemente le difficoltà del momento presente, non conoscendo nulla di quanto viene deciso in alto dai signori della guerra”.


lunedì 17 febbraio 2020

EsopoRap- versi animali: una recensione su Testefiorite


Su Testefiorite un'appassionata recensione di EsopoRap - versi animali a cura di Roberta Favia.

[...] Per Luigi Dal Cin, la cui penna spesso e volentieri, e per fortuna nostra, ha incontrato e rielaborato testi della tradizione fiabesca, mettere mano alle fiabe è un altro modo per lavorare con materiali letterari imprescindibili facendoli a misura, che non vuol dire sminuire o abbassare, di lettore bambino. Certo la fiaba ha una funzione e la favola tutt’altra, verissimo!
La favola ha la sua caratteristica nella morale esplicita, certamente, ma Luigi Dal Cin riesce a ricondurre questo genere anche al gioco più tipico dell’infanzia il “facciamo che”: “facciamo che io sono il lupo e tu il capretto”, “facciamo che io sono il leone e tu il topo”.
I giochi non hanno morale, e di sicuro non la esplicitano, ma hanno senso ancestrale, come le favole e rappresentano sempre una metafora di vita, come la favola.
Ecco dove forse Dal Cin, con la cura che lo contraddistingue, ha trovato il trait d’union tra favola e infanzia, tra un lontanissimo ieri e un vicinissimo oggi.
La scelta del verso, della rima, sempre studiata e mai banale, è una scelta che permette un accostamento vivace ed adatto anche ai più piccoli a queste storie che invece di diventare vecchi ammonimenti diventano quasi giochi di lingua, giochi di ritmo e di suono e di storia di cui non è detto si debba sciogliere la metafora. Funzionano anche così! [... continua la lettura QUI!]


giovedì 13 febbraio 2020

'Gli strumenti dello scrittore' Corso di Tecniche di Invenzione e di Scrittura ad Andria (BT): 19-20-21 febbraio 2020


Gli strumenti dello scrittore
Corso di Tecniche di Invenzione e di Scrittura
di
Luigi Dal Cin

Scrivere un efficace testo per ragazzi o insegnare a scrivere in modo efficace ai propri alunni richiede conoscenze tecniche specifiche. Ad esempio: come produrre un testo narrativo che sia affascinante? Da dove iniziare? Come si inventa una storia? Cos’è l’ispirazione? Come si vince la paura del foglio bianco? Come costruire una trama avvincente? Come va scelto il narratore? Come si caratterizzano i personaggi? Come dev’essere una descrizione per non annoiare? Come costruire un buon dialogo? In questo corso saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la scrittura di tutti i testi narrativi e, in particolare, di quelli rivolti a giovani lettori, per condurre i partecipanti ad una maggiore consapevolezza sulle modalità e sulle scelte che si possono adottare e proporre. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso anche in un’attività didattica.


Obiettivi
  • fornire una competenza sugli elementi fondamentali che guidano la scrittura di testi narrativi rivolti, in particolare, a giovani lettori. Tra questi: l’invenzione come metodo, la costruzione della trama, la scelta del narratore, l’uso della descrizione, la caratterizzazione dei personaggi, la costruzione dei dialoghi, etc.
  • fornire le competenze per identificare le caratteristiche del lettore bambino;
  • fornire le competenze critiche necessarie ad un’analisi consapevole del testo narrativo, per poterne così identificare le carenze e proporre le migliorie necessarie;
  • fornire strumenti tecnici e spunti operativi per applicare quanto appreso nella propria attività didattica;
  • fornire strumenti per invogliare e motivare i ragazzi alla scrittura e alla lettura;
  • sperimentare l’analisi critica di un testo narrativo in fase di editing.

Destinatari
Chiunque sia interessato alla scrittura e alla letteratura per ragazzi, sia per professione (Insegnanti della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di I e II grado, Bibliotecari, Animatori alla lettura, Scrittori, Illustratori...) sia per diletto personale.

Azioni e fasi operative
19-20-21 febbraio 2020 dalle ore 15.30 alle ore 19.30
presso l'aula magna della Scuola Primaria 'R. Imbriani', via Comuni di Puglia 100, Andria (BT).

Contenuti
- La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
- Lo scrittore per ragazzi i suoi possibili punti di vista.
- Il lettore.
- Un lettore particolare: il lettore bambino.
- La scrittura: espressione e comunicazione.
- I diversi tipi di testo: narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo.
- L’invenzione narrativa: l’ispirazione.
- L’invenzione narrativa: il metodo.
- Le fasi dell’invenzione narrativa: ispirazione, proliferazione, selezione, conservazione, reincrocio.
- La trama e il suo movimento.
- La trama: l’informazione e l’incertezza.
- La trama: la ripetizione e la variazione.
- La trama: la prevedibilità e l’imprevedibilità.
- La ‘misdirection’.
- Le regole del ‘colpo di scena’.
- Tecniche dell’invenzione fantastica.
- La ‘sospensione temporanea dell’incredulità’.
- La comunicazione narrativa.
- L’autore implicito.
- Il lettore implicito.
- L'autore implicito per bambini e ragazzi.
- Il lettore implicito per bambini e ragazzi.
- La 'penna bambina'.
- Il 'dizionario adulto-bambino'.
- Il linguaggio bambino come lingua madre.
- Lo scrittore per ragazzi e i suoi possibili punti di vista.
- La scelta del narratore.
- Narrare in prima persona.
- Narrare in terza persona.
- Il narratore onniscente.
- La descrizione è da saltare? Efficacia nella descrizione.
- La descrizione a sé stante e la descrizione narrativa.
- La descrizione efficace: tutto attraverso i sensi.
- La descrizione efficace: 'Show, don't tell'
- I personaggi.
- Le caratterizzazioni dei personaggi.
- Modelli descrittivi nella letteratura dal 1800 ai giorni nostri.
- Le tipologie discorsive.
- Le forme libere.
- I dialoghi.
- Le voci dei personaggi.
- I movimenti nel dialogo.
- Fiaba e favola.
- L’editing.
- L’editing di un testo narrativo.
- Il testo nel libro illustrato per bambini.
- L’editoria per ragazzi in Italia.
- I concorsi letterari.

L’attenzione alla didattica
Durante il corso sono previsti espliciti consigli per l’applicazione diretta delle tecniche di scrittura creativa nelle attività didattiche con i ragazzi.

Informazioni e iscrizioni
Centro di Orientamento "Don Bosco"
5° Vicolo D. De Anellis, 16 - 76123, Andria (BT)
P. IVA : 06805560726 C.F.:90018940727
Tel: 0883599993 - E-mail: info@orientamentodonbosco.it

è possibile utilizzare la Carta Docenti codice ID. SOFIA 56514 

mercoledì 12 febbraio 2020

Proseguono i miei incontri nelle scuole su disabilità e inclusione scolastica per l'anno scolastico 2019/2020



Proseguono nell'anno scolastico 2019/2020 i miei incontri nelle scuole su disabilità e inclusione scolastica promossi dall'Associazione Uniti per Crescere Onlus.

Ecco il programma per venerdì 14 febbraio 2020:


ore 8.45-9.45: classe IV della Scuola Primaria 'Luzzato Dina' di Padova,

ore 9.45-10.45: classe V della Scuola Primaria 'Luzzato Dina' di Padova,

ore 11.20-12.20: classi IA e IB della Scuola Secondaria di I Grado 'Pascoli' di Padova,

ore 12.20-13.20: classi IC e ID della Scuola Secondaria di I Grado 'Pascoli' di Padova.

martedì 11 febbraio 2020

Oggi, in tutte le librerie: EsopoRap - versi animali, Einaudi Ragazzi



Oggi esce in libreria il mio nuovo libro EsopoRap - versi animali pubblicato da Einaudi Ragazzi con illustrazioni di Cecilia Cavallini.

La favola nasce nella notte dei tempi: da millenni appartiene alla tradizione narrativa dell'intera umanità. Questo antichissimo genere letterario si distingue dalla fiaba per l'espressione di una morale esplicita al termine di una narrazione breve che ha come protagonisti, in genere, animali dai comportamenti umani. Come rinnovare questo prezioso patrimonio che i nostri antenati ci hanno lasciato in eredità, preso atto che in Italia la favola è stato spesso vissuta come un genere da studiare e imparare, più che da vivere? (Eppure si tratta in fondo del gioco così vicino ai bambini, da sempre: 'facevamo che io ero... facevamo che tu eri...'). Come presentare ai ragazzi di oggi le antichissime favole di Esopo e di Fedro e come esplicitare quel messaggio finale a volte indigesto ai giovani lettori? Insomma: come soffiare via la polvere che può accumularsi su questi antichi preziosi vestiti dell'umanità? La brillante penna di Luigi Dal Cin ci introduce in un'ambiziosa opera favolistica in rima – sulla scia del capolavoro poetico di La Fontaine – che per la prima volta in Italia si rivolge in modo specifico ai più giovani, per giocare con ironia sul linguaggio e sul messaggio finale, spiazzante e divertito. Favole da leggere in forma di filastrocca, magari rappando a voce alta, ché il modo migliore per scrollare la polvere dai vestiti è muoversi, seguendo il ritmo.

lunedì 10 febbraio 2020

Incontro-spettacolo al teatro di Pontecchio Polesine (RO)


Giovedì 13 febbraio 2020 alle ore 10:00, presso il teatro di Pontecchio Polesine (RO), terrò un incontro-spettacolo per gli alunni delle classi V della Scuola Primaria e delle classi I, II, III della Scuola Secondaria di I grado.

venerdì 7 febbraio 2020

Riprendono anche per l'anno scolastico 2019/2020 i miei incontri nelle scuole su disabilità e inclusione scolastica



Riprendono anche per l'anno scolastico 2019/2020 i miei incontri nelle scuole su disabilità e inclusione scolastica promossi dall'Associazione Uniti per Crescere Onlus.

Ecco il programma per mercoledì 12 febbraio 2020:


ore 9.00-10.00: classe IA della Scuola Secondaria di I Grado Mameli di Padova,

ore 10.10-11.10: classe IC della Scuola Secondaria di I Grado Mameli di Padova,

ore 11.20-12.20: classe IB della Scuola Secondaria di I Grado Mameli di Padova.


giovedì 6 febbraio 2020

Sessione d'esame del corso annuale di tecniche di scrittura 2019/2020 all'Accademia di Belle Arti di Macerata



Lunedì 17 febbraio 2020, a partire dalle ore 9:00, terrò la sessione d'esame del corso annuale di tecniche di scrittura anno accademico 2019/2020 che per il quarto anno conduco presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata.
Per informazioni sul programma del corso, che ha una durata complessiva annuale di 75 ore, vedere QUI.

mercoledì 5 febbraio 2020

'La forza vitale della narrazione e della lettura' seminario di formazione per gli insegnanti dell'I. C. Marconi di San Giuseppe di Cassola (VI)


Lunedì 10 febbraio 2020, dalle ore 16.30 alle ore 18.30,  presso l'aula magna della Scuola Primaria di San Giuseppe di Cassola, terrò un seminario di formazione per gli insegnanti dell'Istituto Comprensivo Marconi di San Giuseppe di Cassola (VI):

La forza vitale della narrazione e della lettura
di
Luigi Dal Cin


Gli obiettivi
- fornire una competenza sugli elementi fondamentali che caratterizzano i testi narrativi rivolti a giovani lettori;
- fornire le competenze critiche di base utili a un’analisi consapevole del testo narrativo, per poterne così identificare potenzialità e carenze, per poter scegliere in modo critico i libri per i propri alunni;
- fornire strumenti e motivazioni per invogliare e motivare i ragazzi alla narrazione, alla scrittura e alla lettura.

I destinatari
Insegnanti della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di I Grado.

I contenuti
- La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
- Lo scrittore per ragazzi i suoi possibili punti di vista.
- Un lettore particolare: il lettore bambino/ragazzo.
- La scrittura: espressione e comunicazione.
- Il lettore implicito per bambini e ragazzi.
- La 'penna bambina'.
- Il 'dizionario adulto-bambino'.
- La forza della narrazione.
- La narrazione come azione resiliente.
- Perché leggere?
- Perché scrivere?

lunedì 3 febbraio 2020

Incontri-spettacolo a San Giuseppe di Cassola (VI)


Lunedì 10 febbraio 2020 terrò due incontri-spettacolo con le classi quinte delle scuole primarie dell'Istituto Comprensivo Marconi di San Giuseppe di Cassola (VI).

Questo il programma:

9:00-10:30, aula magna della scuola elementare di San Giuseppe di Cassola: classi quinte delle scuole primarie di Cassola e San Zeno,

10:45-12:15, aula magna della scuola elementare di San Giuseppe di Cassola: classi quinte della scuola primaria di San Giuseppe di Cassola.

mercoledì 29 gennaio 2020

Incontri-spettacolo a Usmate Velate (MB)



Mercoledì 5 febbraio 2020 terrò due incontri-spettacolo nella scuola primaria Casati dell' Istituto Comprensivo Lina Mandelli di Usmate Velate (MB) secondo questi orari:

- ore 10.30-12.00: classi IA, IB, IC

- ore 13.45-15.15: classi VA e VB

martedì 28 gennaio 2020

Ultimi posti disponibili per 'Si può imparare a scrivere bene? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi' corso di tecniche di scrittura a Sarmede (TV), 1 e 2 febbraio 2020



Si può imparare a scrivere bene? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi.

a cura di Luigi Dal Cin

CORSO PER TUTTI

1 - 2 febbraio 2020

Quando: sabato 1 febbraio 9.30 - 18.30; domenica 2 febbraio 9.30 - 18.30

Dove: Scuola Primaria di Montaner (TV)

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili.

Descrizione del corso: scrivere un efficace testo per ragazzi richiede conoscenze tecniche specifiche. Ad esempio: come produrre un testo narrativo che sia affascinante? Da dove iniziare? Come si inventa una storia? Cos’è l’ispirazione? Come si vince la paura del foglio bianco? Come costruire una trama avvincente? Come va scelto il narratore? Come si caratterizzano i personaggi? Come dev’essere una descrizione per non annoiare? Come si costruisce un buon dialogo? In questo corso saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la scrittura di tutti i testi narrativi e, in particolare, di quelli rivolti a giovani lettori, per condurre i partecipanti ad una maggiore consapevolezza sulle modalità e sulle scelte che si possono adottare e proporre. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso anche in un’attività didattica.

I contenuti:
La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
Lo scrittore per ragazzi i suoi possibili punti di vista. Il lettore.
Un lettore particolare: il lettore bambino.
La scrittura: espressione e comunicazione.
I diversi tipi di testo: narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo.
L’invenzione narrativa: l’ispirazione.
L’invenzione narrativa: il metodo.
Le fasi dell’invenzione narrativa: ispirazione, proliferazione, selezione, conservazione, rincrocio.
La trama e il suo movimento.
La trama: l’informazione e l’incertezza.
La trama: la ripetizione e la variazione.
La trama: la prevedibilità e l’imprevedibilità.
La ‘misdirection’.
Le regole del ‘colpo di scena’.
Tecniche dell’invenzione fantastica.
La ‘sospensione temporanea dell’incredulità’.
La comunicazione narrativa.
L’autore implicito.
Il lettore implicito.
Il lettore implicito bambino e ragazzo.
La scelta del narratore.
Narrare in prima persona.
Narrare in terza persona.
Il narratore onnisciente.
La descrizione è da saltare?
Efficacia nella descrizione.
Modelli descrittivi nella letteratura dal 1800 ai giorni nostri.
I personaggi.
Le caratterizzazioni dei personaggi.
Le tipologie discorsive.
Le forme libere.
I dialoghi.
Le voci dei personaggi.
I movimenti nel dialogo.
Fiaba e favola.
L’editing.
L’editing di un testo narrativo.
Il testo nel libro illustrato.
L’editoria per ragazzi in Italia.
I concorsi letterari.

Informazioni e iscrizioni QUI

lunedì 27 gennaio 2020

Incontri-spettacolo a Solesino (PD)



Martedì 4 febbraio 2020 terrò tre incontri-spettacolo presso la Biblioteca di Solesino (PD), via Rizzo 73 per gli alunni delle scuole primarie di Solesino e di Arteselle secondo i seguenti orari:


> 8.30-9.45: classi IA e IB della scuola primaria di Solesino, classe I della scuola primaria di Arteselle;

> 10.00-11.15: classi IIA e IIB della scuola primaria di Solesino, classe II della scuola primaria di Arteselle;

> 11.30-12.45: classi IIIA e IIIB della scuola primaria di Solesino, classe III della scuola primaria di Arteselle.

sabato 25 gennaio 2020

Incontri-spettacolo a Chiesurazza (BL)


Lunedì 3 febbraio 2020 terrò due incontri-spettacolo per gli alunni della Scuola Primaria 'Girolamo Segato' di Chiesurazza (BL), in via Agordo 578, dell'Istituto Comprensivo 1 di Belluno.
Gli incontri-spettacolo seguiranno i seguenti orari:
9:15-10:30: classi I e II
10:45-12:00: classi III, IV, V

lunedì 20 gennaio 2020

Improvvisando! spettacolo teatrale con musica dal vivo all'Auditorium Parco della Musica di Roma


Lunedì 23 marzo 2020, ore 10 e 11.30
Auditorium Parco della Musica di Roma, sala Petrassi

Improvvisando!
l’improvvisazione musicale raccontata da Luigi Dal Cin
Spettacolo teatrale con musica dal vivo
di e con Luigi Dal Cin
musiche di Fabrizio De Rossi Re



Fabrizio De Rossi Re sarà al pianoforte, con la partecipazione degli allievi della JuniOrchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

Così come con le 7 note un compositore può realizzare infinite melodie, il Premio Andersen 2013 Luigi Dal Cin, uno degli scrittori per ragazzi più amati d'Italia, mostrerà che con soli tre personaggi – un lupo, una vecchina e una principessa – possono essere raccontate infinite storie utilizzando ogni genere letterario. Alla divertente scoperta dei segreti di musica e letteratura, tra imprevedibili avventure e inediti interventi musicali.
Luigi Dal Cin ha pubblicato più di 100 libri per ragazzi ed è autore del libro Improvvisando! pubblicato nella collana I Gusci dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Età consigliata 6 -11 anni
Informazioni e iscrizioni: QUI
A cura del settore Attività Culturali dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
I partecipanti potranno acquistare il libro con lo sconto del 35% sul prezzo di copertina

Luigi Dal Cin, nato a Ferrara, ha pubblicato oltre 100 libri di narrativa per ragazzi tradotti in 10 lingue. Ha ricevuto una decina di premi nazionali di letteratura per ragazzi, tra cui il Premio Andersen 2013, come autore del miglior libro 6/9 anni, e il Premio Troisi, per i suoi incontri-spettacolo. È docente del corso di tecniche sullo scrivere per ragazzi alla Scuola Holden di Torino e all'Accademia delle Belle Arti di Macerata. Instancabile e appassionata la sua attività di spettacoli, incontri con l'autore e laboratori di scrittura che lo porta a incontrare ogni anno decine di migliaia di bambini e ragazzi nei teatri, nelle scuole e nelle biblioteche di tutta Italia.

Fabrizio De Rossi Re è nato a Roma nel 1960. La sua musica è caratterizzata da un’esplorazione che accoglie e coniuga varie esperienze stilisticamente diverse, dalla tradizione colta al jazz. Tra le opere recenti: Alatiel dal Decamerone di G.Boccaccio su testo di Luis Gabriel Santiago (2008) Songs and memories (L’Occhio della memoria ISME International Society for Music Education- 2008). Terror vocis, (canti popolari agitati e disperati - 2008). Le sue composizioni sono pubblicate ed incise da Adda Records, Agenda, BMG RICORDI, CNI, Domani musica, Edipan, Edition Tre Fontane, Fonit Cetra, I Move, QQD, RAI Trade, RCA, Semar, Sonzogno.

venerdì 17 gennaio 2020

Corso di tecniche di scrittura sulla descrizione narrativa e sul dialogo per gli alunni della scuola secondaria di Breganze (VI)


Martedì 21 e mercoledì 22 gennaio 2020 terrò un corso di tecniche di scrittura sulla descrizione narrativa e sul dialogo per gli alunni delle classi della scuola secondaria di I grado di Breganze (VI) organizzato dalla Commissione Cultura del Comune.
Gli incontri si terranno nella Sala Polifunzionale del Comune secondo i seguenti orari:
martedì 21 gennaio 2020
> ore 8:30-10:30 classi seconde e terze (corso I parte)
> ore 11:00-13:00 classi prime (corso I parte)
mercoledì 22 gennaio 2020
> ore 8:30-10:30 classi seconde e terze (corso II parte)
> ore 11:00-13:00 classi prime (corso II parte)

mercoledì 15 gennaio 2020

EsopoRap - versi animali: un brano di intervista in anteprima per il Telegiornale di Telestense, 15 gennaio 2020, edizione delle 19.30


Annunciata per l'11 febbraio l'uscita in libreria di EsopoRap - versi animali



Annunciata per l'11 febbraio l'uscita in libreria del mio nuovo libro EsopoRap - versi animali pubblicato da Einaudi Ragazzi con illustrazioni di Cecilia Cavallini.

La favola nasce nella notte dei tempi: da millenni appartiene alla tradizione narrativa dell'intera umanità. Questo antichissimo genere letterario si distingue dalla fiaba per l'espressione di una morale esplicita al termine di una narrazione breve che ha come protagonisti, in genere, animali dai comportamenti umani. Come rinnovare questo prezioso patrimonio che i nostri antenati ci hanno lasciato in eredità, preso atto che in Italia la favola è stato spesso vissuta come un genere da studiare e imparare, più che da vivere? (Eppure si tratta in fondo del gioco così vicino ai bambini, da sempre: 'facevamo che io ero... facevamo che tu eri...'). Come presentare ai ragazzi di oggi le antichissime favole di Esopo e di Fedro e come esplicitare quel messaggio finale a volte indigesto ai giovani lettori? Insomma: come soffiare via la polvere che può accumularsi su questi antichi preziosi vestiti dell'umanità? La brillante penna di Luigi Dal Cin ci introduce in un'ambiziosa opera favolistica in rima – sulla scia del capolavoro poetico di La Fontaine – che per la prima volta in Italia si rivolge in modo specifico ai più giovani, per giocare con ironia sul linguaggio e sul messaggio finale, spiazzante e divertito. Favole da leggere in forma di filastrocca, magari rappando a voce alta, ché il modo migliore per scrollare la polvere dai vestiti è muoversi, seguendo il ritmo.

martedì 14 gennaio 2020

Si può imparare a scrivere bene? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi: corso di tecniche di invenzione e di scrittura a Sarmede (TV), 1-2 febbraio 2020



Si può imparare a scrivere bene? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi.

a cura di Luigi Dal Cin

CORSO PER TUTTI

1 - 2 febbraio 2020

Quando: sabato 1 febbraio 9.30 - 18.30; domenica 2 febbraio 9.30 - 18.30

Dove: Scuola Primaria di Montaner (TV)

Termine per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili.

Descrizione del corso: scrivere un efficace testo per ragazzi richiede conoscenze tecniche specifiche. Ad esempio: come produrre un testo narrativo che sia affascinante? Da dove iniziare? Come si inventa una storia? Cos’è l’ispirazione? Come si vince la paura del foglio bianco? Come costruire una trama avvincente? Come va scelto il narratore? Come si caratterizzano i personaggi? Come dev’essere una descrizione per non annoiare? Come si costruisce un buon dialogo? In questo corso saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la scrittura di tutti i testi narrativi e, in particolare, di quelli rivolti a giovani lettori, per condurre i partecipanti ad una maggiore consapevolezza sulle modalità e sulle scelte che si possono adottare e proporre. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso anche in un’attività didattica.

I contenuti:
La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
Lo scrittore per ragazzi i suoi possibili punti di vista. Il lettore.
Un lettore particolare: il lettore bambino.
La scrittura: espressione e comunicazione.
I diversi tipi di testo: narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo.
L’invenzione narrativa: l’ispirazione.
L’invenzione narrativa: il metodo.
Le fasi dell’invenzione narrativa: ispirazione, proliferazione, selezione, conservazione, rincrocio.
La trama e il suo movimento.
La trama: l’informazione e l’incertezza.
La trama: la ripetizione e la variazione.
La trama: la prevedibilità e l’imprevedibilità.
La ‘misdirection’.
Le regole del ‘colpo di scena’.
Tecniche dell’invenzione fantastica.
La ‘sospensione temporanea dell’incredulità’.
La comunicazione narrativa.
L’autore implicito.
Il lettore implicito.
Il lettore implicito bambino e ragazzo.
La scelta del narratore.
Narrare in prima persona.
Narrare in terza persona.
Il narratore onnisciente.
La descrizione è da saltare?
Efficacia nella descrizione.
Modelli descrittivi nella letteratura dal 1800 ai giorni nostri.
I personaggi.
Le caratterizzazioni dei personaggi.
Le tipologie discorsive.
Le forme libere.
I dialoghi.
Le voci dei personaggi.
I movimenti nel dialogo.
Fiaba e favola.
L’editing.
L’editing di un testo narrativo.
Il testo nel libro illustrato.
L’editoria per ragazzi in Italia.
I concorsi letterari.

Informazioni e iscrizioni QUI


lunedì 13 gennaio 2020

Incontro-spettacolo con oltre 250 alunni del Liceo Antonio Scarpa di Oderzo (TV)


Venerdì 17 gennaio 2020, dalle ore 10:00 alle ore 12:00 presso l'aula magna dell'Istituto Superiore 'Antonio Scarpa' di Oderzo (TV), terrò un incontro-spettacolo della durata di due ore con le classi I, II, III del Liceo Classico, con le classi I e II del Liceo Linguistico e con le classi I, II, III, IV, V del Liceo delle Scienze Umane.
I libri di riferimento scelti - Scrivila, la guerra (Kite) e Afferra la cima (Lapis) - offriranno un'occasione per parlare di disabilità e di guerra dal punto di vista dei più piccoli.
Durante l'incontro-spettacolo gli alunni avranno però anche la libertà di porgermi qualsiasi domanda, e si potrà così approfondire il mestiere dello scrittore; le motivazioni dello scrivere e del leggere; il valore della narrazione; la scrittura come azione resiliente; etc...

domenica 12 gennaio 2020

Il signor Gazza su La Giostra


Il numero di gennaio 2020 de La Giostra pubblica per la rubrica 'La grande storia' Il signor Gazza, un mio racconto con illustrazioni di Martina Peluso.

venerdì 10 gennaio 2020

in Turchia il mio nuovo libro: Tepeli Akbabanın Kanatları Üstünde, Şili’den Masallar - Edizioni Kolektif Kitap



Luigi Dal Cin


Tepeli Akbabanın Kanatları Üstünde, Şili’den Masallar

illustrazioni di: Pati Aguilera, Laura Berni, Francesco Chiacco, Maria De Los Angeles Vargas, Anna Forlati, Maya Hanish, Simona Mulazzani, Paloma Valdivia.


Edizioni KOLEKTIF KITAP - İstanbul, Turchia 2019

giovedì 9 gennaio 2020

in Turchia il mio nuovo libro: Masallara Buyurun, İtalya'dan Sihirli Yiyecekler - Edizioni Kolektif Kitap



Luigi Dal Cin

Masallara Buyurun, İtalya'dan Sihirli Yiyecekler

illustrazioni di: Antonella Abbatiello, Giorgia Atzeni, Francesca Chessa, Ilaria Faccioli, Anna Forlati, Simona Mulazzani, Giulia Orecchia, Valeria Petrone, Tiziana Romanin, Lucia Scuderi.


Edizioni KOLEKTIF KITAP - İstanbul, Turchia 2019


mercoledì 8 gennaio 2020

in Turchia il mio nuovo libro: Baba Yaga’nın Ormanında, Rusya’dan Masallar - Edizioni Kolektif Kitap


Luigi Dal Cin

Baba Yaga’nın Ormanında - Rusya’dan Masallar


illustrazioni di: Anna Castagnoli, Fabio Facchinetti, Artem Kostyukevich, Pep Montserrat, Clotilde Perrin, David Pintor, Sacha Poliakova, Valerio Vidali, Józef Wilkon.

Edizioni KOLEKTIF KITAP - Istanbul, Turchia 2019


martedì 7 gennaio 2020

in Turchia il mio nuovo libro: Tamtamların Sesi, Afrika’dan On Masal - Edizioni Kolektif Kitap


Luigi Dal Cin

Tamtamların Sesi – Afrika’dan On Masal


illustrazioni di: Laura Berni, Carll Cneut, Francesca Greco, Giovanni Manna, Eva Montanari, Fiona Moodie Baumann, André Neves, Cristina Pieropan, Maurizio Quarello, Loretta Serofilli.


Edizioni KOLEKTIF KITAP - İstanbul, Turchia 2019

lunedì 6 gennaio 2020

in Turchia il mio nuovo libro: Doğu’dan Bin Bir Masal - Edizioni Kolektif Kitap


Luigi Dal Cin

Doğu’dan Bin Bir Masal


illustrazioni di: Alessandra Cimatoribus, Christophe Durual, Renata Gallio, Svjetlan Junaković, Giovanni Manna, André Neves, Andreina Parpajola, Mandana Sadat, Loretta Serofilli.


Edizioni KOLEKTIF KITAP - İstanbul, Turchia 2019