mercoledì 14 novembre 2018

Gli strumenti dello scrittore: due spettacoli a Exposcuola 2018

Giovedì 15 novembre 2018, nell'ambito degli eventi ufficiali di Exposcuola 2018 - Fiera di Padova, nello spazio Arena terrò per il Settore Servizi Scolastici del Comune di Padova due spettacoli dal titolo Gli strumenti dello scrittore: le tecniche della scrittura narrativa.
Si tratta di spettacoli studiati per trasmettere in modo divertente le tecniche fondamentali della scrittura narrativa. Applicando modalità teatrali, racconterò agli studenti le motivazioni per la scrittura e la lettura; la costruzione del libro (i soggetti, le fasi, il testo, le illustrazioni); alcune tecniche di invenzione e di scrittura: l’invenzione narrativa, ispirazione e metodo; la trama e il suo movimento; il valore della narrazione; la scrittura come azione resiliente.
Gli spettacoli si terranno in due turni: dalle ore 9.00 alle ore 10.15, e dalle ore 10.30 alle ore 11.45.
Dalle ore 9.00 alle ore 10.15 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 I.C. 09 - Quattro Martiri 1^ primaria A 15
2 Vanzo - primaria 5^ primaria A 16
3 Opera M. Liviero – primaria 2^ primaria A 12
4 Opera M. Liviero - primaria 3^ primaria U 14
5 Beretta Gianna 5^ primaria A 16
6 I.C. 02 - Luzzato Dina 3^ primaria A 26
7 I.C. 09 - Luzzatti 3^ primaria A 17
8 I.C. 03 - Leopardi - via Zize 5^ primaria C 25
9 I.C. 11 - Manin 1^ primaria A 21
10 I.C. 03 - Leopardi - B 4^ primaria A 23
11 I.C. 04 - Rosmini 4^ primaria A 19

Dalle ore 10.30 alle ore 11.45 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 Dimesse - primaria 2^ primaria B 20
2 I.C. 06 - Rodari 4^ primaria A 17
3 Teresianum - primaria 4^ primaria A 21
4 I.C. 06 - BRUNA CARAZZOLO 2^ secondaria E 24
6 I.C. 06 - BRUNA CARAZZOLO 1^ secondaria I 19
5 I.C. 08 - TODESCO 1^ secondaria B 22
6 Beretta – primaria 5^ primaria B 20
7 I.C. 11 - Randi 3^ primaria B 19
8 I.C. 03 - Leopardi - B 4^ primaria B 22
9 I.C. 02 - PASCOLI 2^ secondaria A 26

martedì 13 novembre 2018

Gli strumenti dello scrittore: due incontri-spettacolo alla libreria Testaperaria di Ferrara


Mercoledì 14 e giovedì 16 novembre 2018, presso la libreria Testaperaria, via De' Romei 19/A Ferrara, terrò due incontri-spettacolo Gli strumenti dello scrittore per raccontare agli alunni, con modalità teatrali, le principali tecniche di invenzione e scrittura narrativa.
Mercoledì 14 novembre alle ore 10:00 incontrerò le classi IVA e IVB della scuola primaria bilingue Smiling International School di Ferrara.
Venerdì 16 novembre alle ore 9:30 incontrerò le classi IVA e IVB della scuola primaria Don Milani di Ferrara.

lunedì 12 novembre 2018

Gli strumenti dello scrittore: due spettacoli per Vivi Padova all'Auditorium San Gaetano


Martedì 13 novembre 2018, nell'ambito di ViviPadova - un'aula grande come la mia città, anno scolastico 2018/2019, terrò due spettacoli all'Auditorium San Gaetano, via Altinate 71, Padova dal titolo Gli strumenti dello scrittore: le tecniche della scrittura narrativa.
Si tratta di spettacoli in cui cercherò di trasmettere in modo divertente agli alunni le tecniche fondamentali della scrittura narrativa. Applicando modalità teatrali, racconterò agli studenti le motivazioni per la scrittura e la lettura; la costruzione del libro (i soggetti, le fasi, il testo, le illustrazioni); alcune tecniche di invenzione e di scrittura: l’invenzione narrativa, ispirazione e metodo; la trama e il suo movimento; il valore della narrazione; la scrittura come azione resiliente.
Gli spettacoli si terranno in due turni: dalle ore 9.00 alle ore 10.30, e dalle ore 11.00 alle ore 12.30.
Dalle ore 9.00 alle ore 10.30 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 I.C. 09 - Quattro Martiri 1^ primaria A 15
2 Vanzo - primaria 5^ primaria A 16
3 Opera M. Liviero – primaria 2^ primaria A 12
4 Opera M. Liviero - primaria 3^ primaria U 14
5 Beretta Gianna 5^ primaria A 16
6 I.C. 02 - Luzzato Dina 3^ primaria A 26
7 I.C. 09 - Luzzatti 3^ primaria A 17
8 I.C. 03 - Leopardi - via Zize 5^ primaria C 25
9 I.C. 11 - Manin 1^ primaria A 21
10 I.C. 03 - Leopardi - B 4^ primaria A 23
11 I.C. 04 - Rosmini 4^ primaria A 19



204

Dalle ore 10.45 alle ore 12.15 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 Dimesse - primaria 2^ primaria B 20
2 I.C. 06 - Rodari 4^ primaria A 17
3 Teresianum - primaria 4^ primaria A 21
4 I.C. 06 - BRUNA CARAZZOLO 2^ secondaria E 24
6 I.C. 06 - BRUNA CARAZZOLO 1^ secondaria I 19
5 I.C. 08 - TODESCO 1^ secondaria B 22
6 Beretta Gianna 5^ primaria B 20
7 I.C. 11 - Randi 3^ primaria B 19
8 I.C. 03 - Leopardi - B 4^ primaria B 22
9 I.C. 02 - PASCOLI 2^ secondaria A 26



210

sabato 10 novembre 2018

Il vincitore assoluto decretato dalla Giuria dei Ragazzi della 16^ edizione del Premio Anna Osti di Narrativa Inedita per l'Infanzia

Oggi, sabato 10 novembre 2018, alle ore 9:30 presso il Teatro Comunale Mario V. Rossi di Costa di Rovigo (RO) si è svolta la Cerimonia di Premiazione della 16^ edizione del Premio Anna Osti - Narrativa Inedita per l'Infanzia.

Durante la Cerimonia, la Giuria dei Ragazzi composta dagli alunni della classe V della Scuola Primaria di Costa di Rovigo e dagli alunni delle classi I, II, III della Scuola Secondaria di Primo Grado di Costa di Rovigo, dopo aver ascoltato la lettura dei racconti vincitori:

“Cuore di banco” di Michela Guidi, Rimini
“Piove e c'è il sole” di Stefania Giudici, Milano

scelti dalla Giuria Tecnica composta da:

Luigi Dal Cin (Presidente – Autore per ragazzi)
Daniela Magri (Resp. settore ragazzi Libreria Libraccio)
Annalisa Strada (Autrice per ragazzi)

ha votato in diretta il vincitore assoluto che è risultato essere:

“Piove e c'è il sole” di Stefania Giudici, Milano.

giovedì 8 novembre 2018

Scrivila, la guerra: due spettacoli per Vivi Padova all'Auditorium San Gaetano


Lunedì 12 novembre 2018, nell'ambito di ViviPadova - un'aula grande come la mia città, anno scolastico 2018/2019, terrò due spettacoli Scrivila, la guerra all'Auditorium San Gaetano, via Altinate 71, Padova.

Un bambino riceve in regalo un quaderno dal papà, tornato vivo dal fronte, che lo invita a scrivere la guerra vissuta durante il suo periodo di assenza: “Tira fuori la guerra, scrivila su questo quaderno. Così non ti resta dentro”. Tratto dal libro ‘Scrivila, la guerra’ (Kite Edizioni), lo spettacolo dell'autore Luigi Dal Cin presenterà la Grande Guerra dal punto di vista dei più giovani e dei più umili. Per riflettere insieme su uno degli eventi più drammatici del secolo scorso, sulle inevitabili sofferenze che ogni guerra porta agli ultimi, sul potere salvifico della narrazione.
“Credo che ai bambini e ai ragazzi si possa, anzi si debba, raccontare la verità con la delicata esigente responsabilità, però, di assumere sempre il loro punto di vista, in modo che la verità sia per loro innanzitutto comprensibile e poi, soprattutto, utile. Anche per potersi rappresentare le conseguenze sulla popolazione delle guerre di oggi, di cui bambini e ragazzi tanto sentono parlare. Non ho voluto quindi centrare il racconto sugli eventi bellici al fronte, vissuti da adulti soldati, ma raccontare le inevitabili quotidiane sofferenze che ogni guerra porta agli ultimi, tra cui i più giovani: nel nostro caso il dramma dell’anno della fame vissuto dalla popolazione dei territori occupati dalle truppe austro-ungariche dopo Caporetto. È un argomento che mi è familiare: i miei nonni, veneti, hanno vissuto la Grande Guerra e, nella mia infanzia, me l’hanno raccontata in diversi modi. Per poter però prendere il giusto e veritiero punto di vista di un ragazzo che vive una situazione così drammatica ho raccolto testimonianze scritte, memorie, lettere, diari cui poter fare riferimento: sono preziose testimonianze che hanno ispirato il punto di vista di questo libro”.
Ed ecco allora come germina il punto di vista di ‘Scrivila, la guerra’: un bambino riceve in regalo un quaderno dal papà tornato vivo dal fronte che lo invita a scrivere la guerra vissuta durante il suo periodo di assenza.

“Tira fuori la guerra, scrivila su questo quaderno. Così non ti resta dentro”. Mio papà ha detto che anche lui quando era in guerra sul Carso e sul Piave scriveva tutto su un quaderno. Ogni giorno la guerra gli entrava dagli occhi, dalle orecchie, dal naso, dalla bocca, dalla pelle. Per tirarla fuori allora doveva scriverla. Ha detto che altrimenti sarebbe diventato come il povero Bepi che è tornato anche lui dalla guerra ma ora sta sempre seduto fuori al bar e ha gli occhi fissi, spalancati come una finestra. La sua bocca sembra un sorriso, ma la sua testa è piena di guerra che gli è rimasta chiusa dentro. Non parla più.
“Scrivi, figliolo! Scrivi quel che ti ha fatto più impressione quando i soldati hanno occupato casa nostra, nell’anno della fame” mi ha comandato. Allora ho scritto tutto su questo quaderno. Mio papà mi ha detto che scrivere sul quaderno lo ha salvato perché lo ha fatto tornare a casa vivo.

La narrazione diventa così un susseguirsi di intense scene dove quel bambino racconta in prima persona piccoli emblematici episodi che si snodano tra l’invasione di soldati stranieri affamati e l’annuncio della fine della guerra. Per ottenere l’effetto della scrittura tipica di un ragazzo ho lavorato molto sul linguaggio, sul ritmo, sui toni della narrazione, sulla mancanza di giudizio di chi vive semplicemente le difficoltà del momento presente, non conoscendo nulla di quanto viene deciso in alto dai signori della guerra. Accompagnano lo spettacolo, e trovo ne amplifichino l’effetto, le stupende tavole di Simona Mulazzani che, di volta in volta, interpretano i toni della narrazione con grande intensità emotiva e originalità”.

Gli spettacoli si terranno in due turni: dalle ore 9.00 alle ore 10.15, e dalle ore 10.30 alle ore 11.45.
Dalle ore 9.00 alle ore 10.15 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 I.C. 09 - Luzzatti Via Salboro, 2/A 3^ primaria A 17
2 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 2^ secondaria A 20
3 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 2^ secondaria C 23
4 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 3^ secondaria C 23
5 DIMESSE - secondaria I° g. via Dimesse, 25 3^ secondaria A 26
6 DIMESSE - secondaria I° g. via Dimesse, 25 3^ secondaria B 26
7 I.C. 05 - COPERNICO via Cortivo, 25 1^ secondaria E 21
8 I.C. 11 – VIVALDI via C. Moro, 6 3^ secondaria A 26
9 I.C. 05 - Mantegna II plesso Via Zanchi, 30 4^ primaria C 16
10 I.C. 05 - Mantegna II plesso Via Zanchi, 30 4^ primaria B 20




218

Dalle ore 10.30 alle ore 11.45 lo spettacolo sarà dedicato alle seguenti classi:

1 I.C. 08 - TODESCO via Leopardi, 16 3^ secondaria B 23
2 I.C. 13 - Arcobaleno Via SS.Fabiano e Sebastiano, 36 5^ primaria B 18
3 I.C. 13 - Arcobaleno Via SS.Fabiano e Sebastiano, 36 5^ primaria A 19
4 I.C. 14 - GALILEI Via della Biscia, 206 3^ secondaria H 18
5 I.C. 07 - Ferrari Via Granze, 15 5^ primaria B 15
6 I.C. 07 - Ferrari Via Granze, 15 5^ primaria A 25
7 I.C. 05 - Mantegna II plesso Via Zanchi, 30 4^ primaria A 14
8 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 3^ secondaria A 28
9 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 3^ secondaria B 26
10 I.C. 01 - GIOTTO via del Carmine, 1 3^ secondaria D 28




214

mercoledì 7 novembre 2018

Cerimonia di Premiazione 16^ edizione Premio Anna Osti - Narrativa Inedita per l'Infanzia

Sabato 10 novembre 2018, alle ore 9:30 presso il Teatro Comunale Mario V. Rossi, piazzale San Benedetto da Norcia, Costa di Rovigo (RO) si svolgerà la Cerimonia di Premiazione della 16^ edizione del Premio Anna Osti - Narrativa Inedita per l'Infanzia.

Durante la Cerimonia, la Giuria dei Ragazzi - composta dagli alunni della classi di Scuola Primaria e e Scuola Secondaria di Primo Grado appartenenti al territorio del Comune di Costa di Rovigo - dopo aver ascoltato i racconti finalisti letti dagli stessi autori voterà in diretta, tra i due vincitori finalisti scelti dalla Giuria, il vincitore assoluto.

I racconti finalisti, primo premio a pari merito:

“Cuore di banco” di Michela Guidi, Rimini

“Piove e c'è il sole” di Stefania Giudici, Milano

La Giuria Tecnica:
Luigi Dal Cin (Presidente – Autore per ragazzi)
Daniela Magri (Resp. settore ragazzi Libreria Libraccio)
Annalisa Strada (Autrice per ragazzi)


martedì 6 novembre 2018

Ancora qualche posto disponibile al corso di tecniche di invenzione e scrittura del 17 e 18 novembre 2018: Si può imparare a scrivere? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi, Sarmede (TV)


Ancora alcuni posti disponibili al corso di tecniche di invenzione e di scrittura narrativa del 17 e 18 novembre 2018 a Sarmede (TV):

Si può imparare a scrivere? Gli strumenti dello scrittore per ragazzi

a cura di Luigi Dal Cin

CORSO PER TUTTI

17 - 18 novembre 2018

Quando: sabato 17 novembre 9.30 - 18.30; domenica 18 novembre 9.30 - 18.30

Dove: Casa della Fantasia -  Sarmede (TV)

Descrizione del corso: scrivere un efficace testo per ragazzi richiede conoscenze tecniche specifiche. Ad esempio: come produrre un testo narrativo che sia affascinante? Da dove iniziare? Come si inventa una storia? Cos’è l’ispirazione? Come si vince la paura del foglio bianco? Come costruire una trama avvincente? Come va scelto il narratore? Come si caratterizzano i personaggi? Come dev’essere una descrizione per non annoiare? Come si costruisce un buon dialogo? In questo corso saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la scrittura di tutti i testi narrativi e, in particolare, di quelli rivolti a giovani lettori, per condurre i partecipanti ad una maggiore consapevolezza sulle modalità e sulle scelte che si possono adottare e proporre. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso anche in un’attività didattica.

I contenuti:
- La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
- Lo scrittore i suoi possibili punti di vista.
- Il lettore.
- Un lettore particolare: il lettore bambino.
- La scrittura: espressione e comunicazione.
- L’invenzione narrativa: l’ispirazione.
- L’invenzione narrativa: il metodo.
- Le fasi dell’invenzione narrativa: ispirazione, proliferazione, selezione, conservazione, reincrocio.
- La trama e il suo movimento.
- La trama: l’informazione e l’incertezza.
- La trama: la ripetizione e la variazione.
- La trama: la prevedibilità e l’imprevedibilità.
- La ‘misdirection’.
- Le regole del ‘colpo di scena’.
- Tecniche dell’invenzione fantastica.
- La ‘sospensione temporanea dell’incredulità’.
- La comunicazione narrativa.
- L’autore implicito.
- Il lettore implicito.
- La scelta del narratore.
- Narrare in prima persona.
- Narrare in terza persona.
- Il narratore onniscente.
- La descrizione è da saltare? Efficacia nella descrizione.
- Modelli descrittivi nella letteratura dal 1800 ai giorni nostri.
- I personaggi.
- Le caratterizzazioni dei personaggi.
- Le tipologie discorsive.
- Le forme libere.
- I dialoghi.
- Le voci dei personaggi.
- I movimenti nel dialogo.
- La fiaba.

Informazioni e iscrizioni QUI

venerdì 2 novembre 2018

Piccoli voti di scuola, piccoli trucchi per difendersi al Teatro Nazionale di Genova


Il Teatro Nazionale di Genova, in collaborazione con la rivista Andersen e la libreria del Teatro inaugura una nuova rassegna per bambini e famiglie Domenica che storia! quattro appuntamenti mattutini novembrini nel Foyer del Teatro della Corte in viale Duca d'Aosta, Genova.
Domenica 25 novembre 2018 alle ore 10:00 concluderò la rassegna con lo spettacolo:


PICCOLI VOTI DI SCUOLA, PICCOLI TRUCCHI PER DIFENDERSI
spettacolo con l’autore Luigi Dal Cin

Non sai come prepararti per la verifica? Sei una catastrofe in italiano ma vuoi diventare uno scrittore? Ti hanno rubato la bici mentre eri in classe? Arrivi sempre in ritardo a scuola e non sai più come giustificarti con la maestra?
NIENTE PAURA!
Lo scrittore Luigi Dal Cin vi presenterà le sue personalissime soluzioni.



giovedì 1 novembre 2018

Raccontare la disabilità ai più piccoli - La forza vitale della narrazione: al Convegno Dentro e Fuori - disabilità, inclusione e cultura dell'infanzia

Giovedì 8 novembre 2018 parteciperò a Campi Bisenzio (FI) al convegno Dentro e Fuori - disabilità, inclusione e cultura dell'infanzia - promosso da Regione Toscana e Comune di Campi Bisenzio, organizzato da Biblioteca Tiziano Terzani - Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi, in collaborazione con LiBeRcon:

Raccontare la disabilità ai più piccoli - La forza vitale della narrazione
La disabilità va raccontata ai più piccoli? Va raccontata in classe? E, se sì, come va raccontata? Ci sono adulti che, dinnanzi a difficoltà, non trovano le parole adeguate e allora preferiscono non dire. Ma i bambini continuano a fare domande, continuano ad attendere risposte. I bambini hanno bisogno di parole.

Ecco il programma completo:

Dentro e Fuori

Disabilità, inclusione e cultura dell’infanzia
Convegno 
Promosso da Regione Toscana e Comune di Campi Bisenzio
organizzato da Biblioteca Tiziano Terzani - Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi
in collaborazione con LiBeR

Giovedì 8 novembre 2018

Ore 9.30-17.00
Campi Bisenzio
Palazzo Comunale - Sala Consiliare Sandro Pertini - Piazza Dante 36
I libri per bambini e ragazzi offrono un patrimonio prezioso di storie che allargano lo sguardo sulla diversità e di letture che trasformano i limiti in occasioni di scoperta. Interessanti e multisfaccettate sono infatti le figure con disabilità che popolano l’attuale panorama letterario per l’infanzia, affascinanti e innovative le proposte editoriali che tengono conto delle molteplici esigenze che un giovane lettore può avere.
Dopo "Storie ad accesso libero. Prospettive e percorsi di inclusione intorno al libro per ragazzi" che nel 2017, con grande risposta da parte del pubblico, ha indagato proprio questi temi, LiBeR, Regione Toscana e Comune di Campi Bisenzio propongono nel 2018 una seconda edizione del convegno volto ad approfondire il legame tra storie narrate e disabilità.
In che modo le pratiche narrative possono contribuire a promuovere l’inclusione? Come si intrecciano le storie di carta che danno voce alla disabilità con quelle su palcoscenico o su schermo? E come possono le storie concorrere a costruire occasioni di incontro e di fruizione allargata della cultura, nei suoi diversi ambiti?
Sono alcuni degli interrogativi da cui muoverà il convegno. A partire da essi si varcheranno le soglie del libro per sconfinare in ambiti attigui, in un’ottica di scambio e feconda contaminazione che metterà in relazione i termini del dentro e del fuori, binomio particolarmente significativo nella riflessione che concerne la disabilità e l’inclusione. Dentro e fuori le pagine, dentro e fuori la comunità, dentro e fuori le possibilità di fruizione della cultura: le declinazioni sono molteplici e significativo è l’apporto che ciascuna può portare al confronto. Con un approccio multidisciplinare si intrecceranno pertanto punti di vista e professionalità – dalla psicologia al teatro, dall’educazione museale allo storytelling, dalla letteratura al cinema - in favore della condivisione di riflessioni e buone pratiche capaci di promuovere, nel quotidiano, la conoscenza, l’accoglienza e la valorizzazione della disabilità.
Con una struttura dinamica che vedrà alternarsi relazioni, voci d’autore e tavole rotonde, ma anche proiezioni e rassegne di esperienze, il convegno sarà gratuito e rivolto principalmente a bibliotecari, insegnanti, educatori e a chiunque si occupi di libri e cultura per bambini e ragazzi.
Programma 

Mattina

9.00-9.30 – Registrazione dei partecipanti

9.30-9.45 – Saluti istituzionali

Coordinamento dei lavori, Direzione di LiBeR

10.00-10.45
Relazione: Filippo Mittino
Includere: ma cosa significa davvero?
Che cosa significa per un bambino o un ragazzo con e senza disabilità il sentirsi parte (dentro) o escluso (fuori) da una comunità? Una riflessione sul concetto di inclusione e sulle strategie, anche basate sulle pratiche narrative, che in contesti educativi e culturali (primo fra tutti quello scolastico) possono concorrere a favorirla.

10.45-11.30
Relazione: Elena Corniglia
In gioco c’è il piacere di leggere!
Incursioni e occasioni di accessibilità sul terreno del libro-gioco 
Il libro gioco è un oggetto di confine, terreno di positiva contaminazione tra modalità conoscitive e relazionali diverse e che, come tale, suggerisce un’inattesa attinenza con la questione della lettura accessibile. Attraverso un'esplorazione di esperienze editoriali con una forte componente ludica si cercherà quindi di cogliere le  potenzialità inclusive di volumi che invitano a riconsiderare la fisicità, l’interazione, il coinvolgimento del lettore, anche con disabilità, e in definitiva il suo porsi significativamente tra il fuori e il dentro del libro.

11.30-12.15
Relazione: Emiliano Fasano
Biografie di plastilina: la vita nelle opere di Adam Elliot
Il cinema di animazione del regista australiano Adam Elliot è dedicato a membri della sua famiglia affetti da disabilità: dalla sintesi tra creazione plastiche ed emozioni dei personaggi nascono biografie che raccontano vissuti e fragilità, presentati non in modo tragico o ispiratore, ma come aspetti inseparabili dall’esistenza umana.

12.15-13.00
Voce d’autore: Luigi Dal Cin
Raccontare la disabilità ai più piccoli - La forza vitale della narrazione
La disabilità va raccontata ai più piccoli? Va raccontata in classe? E, se sì, come va raccontata? Ci sono adulti che, dinnanzi a difficoltà, non trovano le parole adeguate e allora preferiscono non dire. Ma i bambini continuano a fare domande, continuano ad attendere risposte. I bambini hanno bisogno di parole.

Pomeriggio

14.00-14.45
Voci d’autore: Monica Taini
Il rumore del silenzio
L’autrice del libro La bambina che andava a pile (Uovonero) riflette su che cosa abbia significato mettere su carta le contraddizioni, le sofferenze e i lati umoristici della sordità: paradossalmente infatti il linguaggio scritto è stato spesso più una barriera che un aiuto per molte persone sorde ed è fondamentale la diffusione di testi che tengano conto di certe specificità. Seguiranno una serie di giochi sulla LIS e alcuni atti “apparentemente scontati” che diano inizio a una riflessione condivisa sull'importanza della comunicazione.

14.45-15.15
Relazione: Elena Rocco 
Storytelling e cultura accessibile

15.15-16.15
Tavola rotonda
Musei, festival, teatro e storie: esperienze di cultura accessibile
Moderatore: Elena Rocco 
Relatori: Michela Tonelli (Palazzo delle Esposizioni di Roma), Ada FrancesconiDonatello Salamina (Culturabile onlus)
In che modo uno spettacolo teatrale, un festival o un percorso museale possono aprirsi a un pubblico di bambini e ragazzi con disabilità? A partire da alcune significative esperienze, nate in ambito diverso ma unite da una comune e nodale dimensione narrativa, si cercherà di riflettere sulle premesse, sulle difficoltà ma anche sulle potenzialità e sui risvolti inattesi che la costruzione di una cultura realmente accessibile implica e svela.

16.15-16.45
Dibattito e interventi del pubblico

17.00 – Chiusura dei lavori

Informazioni

Sede del convegno Palazzo Comunale - Sala Consiliare | Piazza Dante 50013 Campi Bisenzio
Come raggiungere la sede del seminario

Iscrizioni 
La partecipazione è gratuita, previa iscrizione.
Modulo di iscrizione online

Segreteria Idest srl – Villa Montalvo – Via di Limite 15, 50013 Campi Bisenzio
Tel. 055 8966577 – E-mail: convegni@idest.net