martedì 6 dicembre 2016

Il deserto fiorito ad Abano Terme (PD)

Proseguono gli incontri su Il deserto fiorito e l'integrazione scolastica di alunni con problemi neurologici promossi dall'Associazione Uniti per Crescere Onlus.
Oggi martedì 6 dicembre 2016 dalle ore 11.30 alle ore 12.30 sarò presso l'Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Pietro d'Abano, via Appia Monterosso 37/A, Abano Terme (PD), per incontrare gli alunni della classe IE.

lunedì 5 dicembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #12 a Piazzola sul Brenta (PD)

Domani, martedì 6 dicembre 2016 alle ore 9:00 presso la Sala Consiliare del Comune di Piazzola sul Brenta (PD), in viale Silvestro Camerini 3, terrò il dodicesimo spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

domenica 4 dicembre 2016

Scrivila, la guerra: la recensione di Teste Fiorite

Una lucida e appassionata recensione a firma di Roberta Favia su Scrivila, la guerra per il blog Teste Fiorite:

Scrivila la guerra è un albo strano, sembra una cosa ma poi ti accorgi che non è proprio quella o almeno non solo quella. 

Ma vado con ordine: questo albo è stato voluto dalla Fondazione Stepan Zavrel e finanziato dalla Regione Veneto nell'ambito delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra e in quanto tale racconta una storia, a misura di bambino, ritagliata nella Storia della guerra di trincea sul Carso post Caporetto. 
L'aver commissionato questo racconto ad un autore come Luigi Dal Cin e ad un'illustratrice come Simona Mulazzani ci dice però di una volontà importante, di una scelta editoriale precisa: far diventare una pubblicazione di natura divulgativa, letteratura. 

Questa, d'altra parte è una delle specialità di Luigi: il narrare per far conoscere; l'assoluta consapevolezza, perseguita con estremo rigore, che abbiamo un dovere narrativo nei confronti di bambine e bambine, che ai giovani lettori bisogna RACCONTARE tutto usando gli strumenti più alti della letteratura. 

Cosa accadde nei giorni successivi alla disfatta di Caporetto è cosa ardua da raccontare, le memorie di guerra non omettono alcun tipo di violenza, cosa abbia visto e sentito e provato un bambino negli stessi luoghi, negli stessi giorni, in una casa occupata dalle truppe nemiche credo che in pochi se lo siano domandati. Luigi ha dato voce a quel bambino attraverso un racconto che, grazie all'espediente del quaderno segreto, assume il punto di vista interno, diventa una scrittura autobiografica e intima capace di dirci quello che raramente osiamo ascoltare: la fame. La fame prima della paura, addirittura la fame che supera la paura. 

Ripenso spesso, quando sento il mio stomaco brontolare, ad una frase di Primo Levi che, tra le migliaia, mi si è impressa nel profondo: cito a memoria "chi ha fame per non aver mangiato due giorni non sa cosa vuol dire avere fame". E' una cosa, questa della fame, che se ci si pensa davvero c'è da impazzire.

No, non lo sappiamo che cosa vuol dire avere fame, e speriamo non dovranno mai saperlo i nostri figli. Questo non toglie che tanti tanti e tanti bambini l'hanno conosciuta e tutt'ora conoscono questa bestia terribile, di loro, praticamente nessuno racconta. A loro pochissimi sono in grado di dare voce, la Storia non ci dice dei bambini a casa con le nonne in attesa dei genitori; la storia non mette a fuoco le piccole figure fuori fuoco, come le chiama Chiara Carminati, che a migliaia hanno, anche loro, attraversato la guerra senza alcuno strumento per poterlo fare. 

Man mano che procedevo nella lettura mi sono sorpresa per l'audacia della narrazione dedicata alla fame. La fame è protagonista assoluta della storia e d'altra parte chi non combatteva in trincea aveva questo come nemico principale. 
Le illustrazioni di Simona Mulazzani seguono la narrazione fedelmente ma pacatamente, non esasperano, mostrano sempre il secondo successivo all'angoscia più profonda. Come la scrittura, le immagini assumono il punto di vista del bambino e - come la scrittura simula il modo discrivere di un bambino, con la tipica sintassi paratattica e un po' ripetitiva -  ricordano un po' il modo di disegnare della stessa età.

Noi in casa non avevamo più niente da mangiare e siamo quasi morti di fame.
Io piangevo, mi veniva da vomitare e mi rotolavo per terra per il gran mal di pancia: "nonna, ho tanta fame" dicevo.
"Fiòl, non ho niente da darti diceva mia nonna. Anche lei non stava più in piedim era pallida e doveva andare sempre in bagno. Allora mia nonna mi ha portato a letto ma io non riuscivo a dormire: "Nonna, ho tanta fame".
"Fiòl, non ho niente da darti" e piageva. Allora mi ha fatto dire le preghiere e mi sono addormentato. Ma poi mi sono svegliato e avevo ancora più fame e avevo paura perchè era tutto buio: "Nonna, ho tanta fame".
"Fiòl, non ho niente da darti" e piangeva sempre più forte. Poi ho sentito che la nonna faceva fatica a respirare per la debolezza.
"Nonna, ho tanta fame" ma la nonna non mi ha risposto. Allora ho pensato che quella notte davvero dovevamo morire, perchè anche un vecchio del paese era morto di fame, e io ho visto quando i soldati tedeschi lo hanno portato giù per le scale vestito elegante, col cappello.
Allora ho pensato che  morire bisogna essere eleganti e che potevo dare il cappello del mio papà alla nonna che è buona "Nonna, stanotte moriremo di fame? Se è stanotte, prendilo tu il cappello elegante di mio papà". Mia nonna allora ha ricominciato a piangere e mi ha stretto forte.
Poi non ricordo più niente.
Ma il cappello di mio papà ce l'ho ancora e me lo tengo per quando dovrò morire.

Ma non la sentite la disperazione di questa nonna? Ma non vi sentite dentro l'angoscia assoluta al solo pensiero che questo è stato? Davvero, così è stato. Ma cosa sentono i piccoli stomaci e cosa vedono i piccoli occhi è cosa a cui gli adulti pensano troppo, troppo, poco. 

E qui arriva la seconda parte di ciò che Scrivila, la guerra è, per come la vedo io. 
Il testo di questo albo è, sin dal titolo, molto esplicito, una autentica e inequivocabile 

dichiarazione di poetica.

La guerra bisogna scriverla perché altrimenti ti resta dentro! Chi l'ha scritta, nelle scritture private naturalmente, ne è uscito vivo, chi non l'ha saputo fare è morto anche se è sopravvissuto all'inferno, questo è il messaggio esplicito del libro. 
Ma questo, se ci pensiamo bene, è vero per ogni cosa! E uno scrittore non può non pensarla così, la scrittura: in maniera salvifica. 
Le bambine e i bambini vivono ogni singola minuscola esperienza con la potenza di una piccola guerra interiore, dargli l'arma della scrittura vuol dire dargli uno strumento, forse il migliore, per attraversare la guerra e uscirne vivi, qualunque essa sia. La penultima pagina, in cui il bambino arriva al presente della narrazione raccontando come il suo papà e la nonna hanno accolto la lettura di ciò che il bambino ha trascritto sul suo quaderno, è la gratificazione che accoglie l'atto della scrittura, il papà dice "Sei stato bravo fiòl a tirare fuori la guerra e a scriverla sul quaderno". La guerra è uscita e basta, adesso nel bambino resta il ricordo, certo, ma l'angoscia trova oggettivazione nelle parole come in nessun'altra cosa, le parole se ne fanno carico e alleggeriscono lo scrittore, piccolo o grande che sia.

Molti elementi contribuiscono a fare di quest'albo un prodotto importante che deve trovar posto tra le letture dei bambini: la lingua che immaginiamo di leggere in dialetto solo per il tocco di quel "fiòl" che vi allude, la narrazione bambina, il punto di vista eccentrico e ribassato di testo e immagini, l'inno al potere della scrittura.

Ancora una volta, la letteratura fa il proprio dovere, con semplicità, senza didatticismi, narra la vita fin nelle sue zone più buie.

sabato 3 dicembre 2016

Stasera concluderò la Maratona Orlando leggendo le ultime 70 ottave

Stasera verso le ore 22:30 concluderò la Maratona Orlando - lettura pubblica, integrale e continua del poema ariostesco - leggendo le ultime 70 ottave dell'ultimo canto dell'Orlando Furioso nel Salone d'Onore della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, al piano nobile di Palazzo dei Diamanti (Corso Ercole I d'Este 21).
Per assistere alla maratona non è necessaria alcuna iscrizione e l’ingresso al Salone d’Onore è gratuito.
Segui la diretta video.

venerdì 2 dicembre 2016

Sabato 3 dicembre sarò su Sereno Variabile RAI2 con Orlando Pazzo nel Magico Palazzo

Domani, sabato 3 dicembre 2016 alle ore 17.05 su RAI2 verrà trasmesso per Sereno Variabile un tour ferrarese in compagnia di Maria Teresa Giarratano in occasione della Mostra di Palazzo dei Diamanti Orlando Furioso 500 anni - Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi.
Non poteva mancare anche un focus su Orlando Pazzo nel Magico Palazzo: insieme a me e alla classe IIIA della scuola elementare Bombonati di Ferrara.

giovedì 1 dicembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #11 a Verona

Domani, venerdì 2 dicembre 2016 alle ore 11:00 presso l'Auditorium della Scuola Paritaria Provolo di Verona in via Aeroporto Angelo Berardi 9 terrò l'undicesimo spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

mercoledì 30 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #10 a Negrar (VR)

Domani, giovedì 1 dicembre 2016 alle ore 10:45 presso l'Aula Magna della Scuola Primaria di Negrar (VR) in via Cavalieri di Vittorio Veneto terrò il decimo spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

martedì 29 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #8 e #9 a Cassola (VI)

Domani, mercoledì 30 novembre 2016 terrò l'ottavo e il nono spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra. Doppio spettacolo quindi presso l'Auditorium Comunale A. Vivaldi in via Monte Pertica 1 a Cassola (VI): dalle ore 9.00 alle ore 10.00 con gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Cassola (VI), dalle ore 10.30 alle ore 11.30 con gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Mussolente (VI).
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

lunedì 28 novembre 2016

Incontro-spettacolo a San Donà di Piave (VE)

Domani, martedì 29 novembre 2016 dalle ore 10.45 alle ore 12.15 sarò a San Donà di Piave (VE) per tenere un incontro-spettacolo con le classi IIA, IIB, IIIA, IIIB della Scuola Primaria Leonardo da Vinci, via Mahatma Gandhi 7, dell'Istituto Comprensivo Ippolito Nievo.

domenica 27 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #7 a Zero Branco (TV)


Domani, lunedì 28 novembre 2016 alle ore 10:00 presso l'Auditorium Comunale G. Comisso di Villa Guidini in via Giuidini 52 a Zero Branco (TV) terrò il settimo spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

giovedì 24 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #6 a Ponte nelle Alpi (BL)

Oggi, giovedì 24 novembre 2016 alle ore 10:30 presso il Teatro di Polpet di Ponte nelle Alpi (BL) terrò il sesto spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

mercoledì 23 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #5 a Dolo (VE)

Oggi, mercoledì 23 novembre 2016 alle ore 10:45 presso il Teatro Cinema Italia, via Comunetto 12, Dolo (VE) terrò il quinto spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

martedì 22 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #4 a Castion di Belluno (BL)

Oggi, martedì 22 novembre 2016 alle ore 10:30 presso il Teatro San Gaetano di Castion di Belluno (BL) terrò il quarto spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

lunedì 21 novembre 2016

Ripartono per l'anno scolastico 2016-2017 gli incontri sulla disabilità organizzati dall'Associazione Uniti per Crescere

Ripartono per l'anno scolastico 2016-2017 gli incontri su Il deserto fiorito e l'integrazione scolastica di alunni con problemi neurologici promossi dall'Associazione Uniti per Crescere Onlus.
Oggi lunedì 21 novembre 2016 sarò presso la Sala Polivalente SPES - Servizi alla Persona Educativi e Sociali - di via Tiepolo 85, Padova, con il seguente programma:
- ore 14:00-15:30 incontro con le classi III, IV, V della scuola primaria Moschini a metodo Montessori, Padova,
- ore 16:00-17:30 incontro con i genitori degli alunni della scuola primaria Moschini.

domenica 20 novembre 2016

Incontri-spettacolo a Torre di Mosto (VE)

Domani lunedì 21 novembre 2016 terrò, organizzati dalla biblioteca comunale in occasione dell'annuale Mostra del Libro, due incontri-spettacolo a Torre di Mosto (VE), presso la Sala del Centro Civico Alvise da Mosto in piazza Indipendenza, con questo programma:
> ore 9.00-10.30: classi IV e V della scuola elementare di Torre di Mosto,
> ore 10.45-12.15: classi II e II della scuola elementare di Torre di Mosto.

Orlando Pazzo stasera su Telestense-Telesanterno

Alla ricerca del senno perduto: un viaggio da Ferrara alla luna nel magico mondo dell’Orlando Furioso: è questo il titolo della serata TV che Telestense-Telesanterno dedicano alla Mostra Orlando Furioso 500 anni - Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi - in corso a Palazzo dei Diamanti di Ferrara - domenica 20 novembre alle 21 su Telestense.
Ospiti in studio: Luigi Dal Cin, Maria Luisa Pacelli, Giorgio Rizzoni, Marco Sgarbi, Tiziano Tagliani.

venerdì 18 novembre 2016

Incontri-spettacolo a Gubbio per festeggiare i 350 anni della Biblioteca Sperelliana

Sabato 18 novembre 2016 sono stato invitato a Gubbio (PG) per festeggiare con i lettori bambini e le loro famiglie i 350 anni della Biblioteca Sperelliana fondata nel 1666 a partire dalla donazione della ricca libreria personale fatta alla città dal vescovo Alessandro Sperelli.
Per l'occasione terrò tre incontri-spettacoli presso l’antico refettorio monastico della Biblioteca Sperelliana, via Fonte Avellana, Gubbio (PG) con questi orari:
> primo spettacolo: ore 9.00 - 10.00
> secondo spettacolo: ore 10.15-11.15
> terzo spettacolo: ore 11.30-12.30
L'ingresso è libero, ma è necessaria la prenotazione allo 075-9237632.


giovedì 17 novembre 2016

Tour Raccontala, la guerra: spettacolo #3 a Montebelluna (TV)

Oggi, giovedì 17 novembre 2016 alle ore 10:30 presso il Teatro Binotto di Villa Correr Pisani di Montebelluna (TV) in via Aglaia, terrò il terzo spettacolo del tour Raccontala, la guerra: 15 spettacoli teatrali itineranti in tutte e 7 le province del Veneto per raccontare Scrivila, la guerra.
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpán Zavřel di Sarmede (TV) con il contributo della Regione del Veneto, ai sensi della Legge Regionale 7/2016 art. 18, relativo alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

mercoledì 16 novembre 2016

Con la delegazione della Regione dell’Assia - Residenza di Scrittura

Domani, 16 novembre 2016 alle ore 15, presso la Sala degli Arazzi del Comune di Ferrara in Piazza del Municipio 2, parteciperò a un incontro con una delegazione della Regione dell’Hessen (Germania) in merito ai progetti di scambi culturali tra Italia e Germania.
Nel 2013 ho infatti partecipato al progetto di Residenza di Scrittura con la Regione tedesca dell’Hessen e quella gemellata italiana dell’Emilia Romagna organizzato dal Consiglio per la Letteratura Tedesca di Wiesbaden vivendo (e scrivendo) per un mese a Villa Clementine, Wiesbaden, realizzando tra l'altro queste attività:
> ‘Tecniche, temi e idee: come si scrivono i libri per ragazzi’ seminario di aggiornamento (4 ore) per insegnanti delle scuole elementari bilingue (italiano/tedesco) di Frankfurt, 11 giugno 2013.
> Laboratorio-spettacolo con gli alunni delle classi IIB, IIIB, IVB della Scuola Elementare bilingue (italiano/tedesco) Holzhausenschule di Frankfurt, Germania, 12 giugno 2013.
Laboratorio-spettacolo con gli alunni delle classi IB, IIB, IIIB, IVB della Scuola Elementare bilingue (italiano/tedesco) Mühlbergschule di Frankfurt, Germania, 21 giugno 2013
> Laboratorio-spettacolo con gli alunni dell’Holzhausenschule di Frankfurt, Germania, 25 giugno 2013
> Seminario di tecniche di scrittura (4 ore) all’Università di Trier, Germania per studenti dei corsi di Lingua Italiana, Letteratura Italiana e Italianistica, 26 giugno 2013.
Ho dei ricordi stupendi di quel mese!

























martedì 15 novembre 2016

Orlando Pazzo nel Magico Palazzo: due spettacoli a Casumaro (FE)

Domani, mercoledì 16 novembre 2016, terrò due spettacoli su Orlando Pazzo nel Magico Palazzo nel teatro della scuola primaria di primo grado di Casumaro (FE):

> primo spettacolo: dalle ore 9.00 alle ore 10.00

> secondo spettacolo: dalle ore 11.00 alle ore 12.00

lunedì 14 novembre 2016

Oggi è cominciata la vorticosa giostra di #OrlandoPazzo!

Oggi è cominciata la vorticosa giostra di #OrlandoPazzo!
In occasione dei 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso – in concomitanza con la Mostra di Palazzo dei Diamanti a Ferrara Orlando Furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi – TwLetteratura, assieme alla Biblioteca di Magliano Alfieri, a Ferrara Arte Edizioni e al Consorzio Camù di Cagliari, propone un gioco di riscrittura su Twitter e su Betwyll - la piattaforma di social reading sviluppata da TwLetteratura su cui sarà presente il mio testo Orlando Pazzo nel Magico Palazzo - insieme ai principali personaggi del poema ariostesco di nuovo convocati nel magico palazzo di Atlante.
Da oggi, per due settimane, in #OrlandoPazzo si leggerà Orlando Pazzo nel Magico Palazzo con il Metodo TwLetteratura, già sperimentato in numerose scuole con I promessi sposi di Manzoni, Le avventure di Pinocchio di Collodi e altre opere letterarie. Esso si basa sull’utilizzo di Twitter a supporto della lettura, con l’obiettivo di stimolare gli studenti a dare corpo all’esperienza del testo e a condividerla con gli altri sotto forma di “riscrittura”. I ragazzi dovranno parafrasare, riassumere, commentare, reinventare il mio testo e la mia scrittura, producendo una serie di tweet riferiti a ciò che – pagina dopo pagina – leggeranno.

domenica 13 novembre 2016

Laboratori-spettacolo a Urbino

Domani, lunedì 14 novembre 2016 terrò due laboratori di tecniche di scrittura (ma che saranno anche incontri-spettacolo!) con le classi dell'Istituto Comprensivo Statale P. Volponi di Urbino:
> 8:15-10:00: classi IV della scuola elementare Piansevero, classi IV e V della scuola elementare di Mazzaferro
> 10:30-12:15: classi IV e classi V della scuola elementare di Canavaccio, classe V della scuola elementare Piansevero.
La sede dei laboratori è la scuola elementare Piansevero, in via Piansevero 14, Urbino.

venerdì 11 novembre 2016

Intervista a RAI CULTURA - Letteratura

Cosa chiedono i giovani lettori agli scrittori per bambini e ragazzi? Perché è importante un festival di letteratura per i più piccoli? Come mai a Cagliari si aggira un Orlando Pazzo? Scoprilo in questa intervista di Flavio Soriga per RAI CULTURA - Letteratura in occasione del Festival Tuttestorie.

giovedì 10 novembre 2016

Incontro-spettacolo a Prato Carnico (UD) per #smARTradio

Domani venerdì 11 novembre 2016 alle ore 12.00 terrò un incontro-spettacolo con gli alunni della scuola elementare di Prato Carnico (UD) per attivare #smARTradio, il progetto di Radio Magica sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione CRUP. Per #smARTradio racconterò Pesariis, mentre Silvana Gandolfi racconterà Pradis, Maria Loretta Giraldo racconterà Pordenone, Roberto Piumini racconterà Udine, Matteo Razzini racconterà Cividale, Annalisa Strada racconterà Marano Lagunare.